Riconoscimenti Eipass

Le fonti del riconoscimento EIPASS


Certipass è l’unico ente erogatore, su tutto il territorio comunitario, della Certificazione Informatica Europea EIPASS®. La Certificazione Informatica EIPASS® (European Informatics PASSport) certifica a livello comunitario le competenze informatiche di livello base e avanzato. La certificazione Informatica EIPASS® ha carattere internazionale giacché si basa su documenti e procedure concordate a livello comunitario (metodologie, programmi, requisiti per l’accreditamento, ecc.), standard di riferimento in base ai quali uniformare programmi didattici e test d’esame, in qualunque paese essi vengano effettuati, inoltre, EIPASS® è indipendente e viene sviluppata e monitorata centralmente per tutta l’Europa. La fonte di riconoscimento istituzionale della Certificazione Informatica Europea EIPASS® è rappresentata da un accordo del 23 gennaio 2008 Prot. N.235 tra il Ministero dell’Istruzione e Certipass in qualità di unico erogatore della Certificazione Informatica EIPASS® per tutto il territorio comunitario. Altresì, Il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ha riconosciuto la Certificazione Informatica Europea EIPASS “attestato di addestramento professionale” a fianco di ECDL, MOS e IC3 (D.M. N.59 del 26 giugno 2008 Prot. N.10834). La Direzione Generale per il Personale della scuola, M.I.U.R, (nota ministeriale n.42 del 23 luglio 2004) sostiene che “la certificazione rilasciata dall’AICA concernente la sigla ECDL NON può essere considerata come unica certificazione valida delle conoscenze informatiche, negando ogni valore ad altra forma di certificazione delle stesse conoscenze. Ciò alla luce soprattutto della pronuncia dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato con nota n. 14309 del 02.03.2004”. A seguito di questo cambiamento il Garante della Concorrenza e del Mercato (con segnalazione del 2 marzo 2004) dichiara “problematico il consolidamento di una preferenza assoluta da parte della Pubblica Amministrazione per una unica determinata certificazione, in quanto, il conseguente effetto di favore per gli operatori che offrono tale certificazione (in associazione o meno a una preliminare attività di formazione) potrebbe determinare una restrizione della concorrenza nel settore”.