13
GIU
2013

RASSEGNA “CEGLIE INCONTRA … LA PASTA DI GRAGNANO” 14 E 15 LUGLIO PIAZZA VECCHIA

slide 6

 

PRESENTAZIONE

A Ceglie e nell’Alto Salento in campo turistico l’ iniziativa privata ancora non risponde al meglio alle buone opportunità del territorio. Le poche e saltuarie iniziative, senza sostegno e coordinamento, da sole non riescono, o riescono raramente a produrre il  cambiamento più importante, quello di trasformare eventi ed iniziative da fattori locali a fattori di interesse turistico in senso più ampio. Il rischio,dunque, è quello di mettere in campo energie e risorse disperdendole però in mille rivoli, senza attirare i veri turisti, quelli cioé che provengono da fuori paese e regione.

La S. Elisabetta sollecitando ed aderendo a numerosi inviti della comunità cerca di coinvolgere nel progetto le imprese produttive della ristorazione e della gastronomia. In questa Rassegna non consideriamo solo l’evento gastronomico, benché esso sia fondamentale poiché motore, anche economico, dell’iniziativa; abbiamo messo in rete la Rassegna con tanti eventi e risorse cegliesi, che ora possono sfruttare la «potenza di fuoco» della Rassegna per promuoversi con una forza che da soli non avrebbero avuto; abbiamo creato attorno alla Rassegna dei mini pacchetti turistici, con viaggi in pullman da Bari/Brindisi a Ceglie, per giornate dove l’enogastronomia si accompagna a visite alle bellezze artistiche ed ambientali; abbiamo creato un mini-portale web che promuove tutto il territorio e non solo i ristoranti; abbiamo fatto sposare i due settori, quello dei pubblici esercizi con quello dei produttori agro-alimentari; nella stessa ottica, abbiamo inserito in Rassegna gli agriturismi; abbiamo costruito strumenti per la rilevazione del flusso turistico, fondamentale per chi fa turismo di professione, perché sulla base dei dati raccolti si possono studiare le strategie di mercato e si fa programmazione. Nel fare tutto ciò, infine, abbiamo prestato attenzione ad un nostro “punto fermo” , quello dei “conti a posto”: stiamo infatti aiutando le imprese in difficoltà ad allontanarsi dalle sabbie mobili che ne avevano seriamente pregiudicato la sopravvivenza. Abbiamo insomma costruito un piccolo ma efficace sistema turistico: stimiamo che se  l’Alto Salento avesse sei eventi all’anno come la Rassegna, si muoverebbe un giro d’affari di almeno 20 milioni di euro annui. Per ottenere questo, occorrono tempo, tanto lavoro e molte persone, motivo per cui non possiamo più da soli sobbarcarci direttamente eventi di questa portata; in compenso, vediamo con il massimo favore e sosteniamo chi, come Ceglie nel Cuore, ha condiviso con noi un’idea fin dalla sua genesi, accettando consigli ed agendo in rete, per dare alle iniziative i contenuti più performanti. A chi si chiede il motivo di una nuova proposta attraverso la Rassegna “Ceglie incontra ….” risponderemo che, ad esempio in ambito turistico, vogliamo ampliare l’offerta turistica delle attrattive della Città così che “veri” turisti vengano, e magari anche “fuori stagione”!   Fare tutto ciò, beninteso, non si può da soli. Il più grande applauso va alle imprese della ristorazione: il segreto della Rassegna cegliese è che  un gruppo di privati anziché concorrenza spietata  fanno rete tra loro! Auspichiamo un incremento consistente delle presenze, anche fuori stagione, soprattutto in autunno, quando vorremmo inserire l’evento facendo sì che i bilanci autunnali potrebbero ….. ridere anziché piangere! Questa iniziativa, riteniamo, possa essere di stimolo a tutta l’imprenditoria dell’Alto Salento, perché turismo, se fatto in modo serio, significa business. Per il settore agroalimentare vogliamo rilanciare il marchio dei prodotti cegliesi.

FINALITA’ DELL’EVENTO

L’ Associazione S. Elisabetta di Ceglie Messapica e l’Associazione Ceglie nel cuore con la collaborazione delle Associazioni di categoria, nell’ambito delle iniziative volte alla valorizzazione del territorio e delle produzioni tipiche agroalimentari di qualità dell’Alto Salento, organizza la 1^ edizione della Rassegna gastronomica Mediterranea . Protagonista del 2013 sarà la Pasta di Gragnano (Na).

Alla rassegna sono invitati a partecipare gli esercizi della ristorazione di Ceglie e dei Paesi dell’Alto Salento.

L’iniziativa rientra nel più generale sostegno alla vocazione gastronomica di Ceglie ed intende proporsi, a partire dal prossimo anno, in un weekend di ottobre in modo da sostenere anche una proposta turistica fuori stagione, avviando quella complessa operazione della de-stagionalizzazione turistica del territorio.

L’Evento intende promuovere e sostenere la ristorazione d’eccellenza del territorio attraverso la conoscenza dei prodotti tipici locali, valorizzare la cultura enogastronomica, promuovere gli scambi e la collaborazione tra i ristoratori e i piccoli produttori locali, incentivando così l’utilizzo delle materie prime e la creazione di menù a chilometro zero con una costante attenzione alle proposte regionali che possono a buona ragione sposarsi con l’utilizzo di prodotti tipici dell’Alto Salento.

I menù della rassegna dovranno proporre i sapori della tradizione culinaria, prestando attenzione all’utilizzo delle materie prime locali ed esaltandone la qualità e la specificità. La pasta, in questa prima manifestazione, rappresenta il pilastro della dieta mediterranea e della cucina italiana e pugliese. Abbinata a sughi mediterranei con pomodori e formaggi cegliesi, con verdure di stagione – melanzane e peperoni – garantisce un apporto nella dieta di quei principi nutritivi fondamentali per favorire la nostra buona salute. Ancora, la pasta nel suo abbinamento con i legumi della nostra terra diventa un piatto unico che fornisce l’apporto corretto di carboidrati, fibre e proteine.

La rassegna si propone di stimolare il turismo enogastronomico incentivando l’aumento dei flussi di visitatori interessati a questo particolare segmento turistico e ai prodotti del nostro territorio.

L’incontro con la Pasta di Gragnano è uno spettacolo che non poteva che avere luogo migliore di Ceglie e l’incrocio tra la pasta di Gragnano e i sapori salentini assomiglia ad una tela su cui ognuno può dipingere. In questo caso la Pasta è la tela e i pomodori, le melanzane e quant’altro rappresentano i colori con i quali potere dare vita ad un quadro fantastico, secondo una bella intuizione di Grasso. Se il Meridione avesse avuto un marketing migliore sarebbe diventato per l’Italia quello che la Florida è per l’America!  il Salento, in particolare,si rivela oggi  una promessa di ottimismo per essere  uno dei luoghi della regione dove meglio si coniugano  le potenzialità paesaggistiche e l’enogastronomia di eccellenza!